Terre Ritrovate, cinema al mercato in luoghi inusuali

18 Luglio 2017

Nasce all'insegna delle Tre C, Cicale, Cinema e Civiltà contadina, il programma di Terre Ritrovate, cinema mercato in luoghi insoliti che va ad occupare il quadrante ovest della costellazione estiva di Best, spingendosi fino a villa Bernaroli, il 27 luglio. Cinque incontri, il primo si è già svolto al Parco della Zucca, che attraversano i luoghi dell'agricoltura urbana e gli orti di Ancescao, come ad esempio il 20 luglio gli orti e la Fattoria Urbana del Pilastro, facendoli incontrare con il pubblico del Mercato ritrovato e i suoi operatori di street food in tour, con il mercato della cooperativa Arvaia e con la proposta di documentari legati alla terra. Il programma propone anche degustazioni e un concerto di fisarmonica passando per le vigne di Negrettino vicino alla casa del custode nel parco di Villa Ghigi, nella serata conclusiva il 3 agosto. 

"Il programma ha il merito non scontato,  sottolinea l'assessora alla Cultura Bruna Gambarelli, di tentare un intreccio tra l'usuale attività dei promotori, portandola in luoghi insoliti per raggiungere un pubblico trasversale e tessendo una rete di collaborazioni tra realtà agricole e realtà artistiche. E questo è uno degli obiettivi di Best - La cultura si fa spazio, il nuovo cartellone estivo".

Il tour passa anche nel centro propulsore del progetto, la piazzetta Pasolini della Cineteca dove si sono incontrati il Mercato della terra e il Cinema negli ultimi dieci anni, per una serata con tutti i produttori agricoli del mercato, il 31 luglio, dove sarà proposta una visione sonorizzata dei filmati d'epoca di Home movies, quasi a ricucire centro e periferia attraverso una temporalità non lineare, in cui il nostro retroterra contadino ha molto da consegnare al presente.