Libertà per Patrick Zaky, uno striscione su Palazzo d'Accursio chiede che lo studente egiziano sia liberato

5 Marzo 2020

Dalla mattina di oggi, giovedì 5 marzo, sulla facciata di Palazzo d'Accursio è esposto uno striscione con la scritta "Libertà per Patrick Zaky", accanto a quello di Amnesty International per chiedere "Verità per Giulio Regeni". Si tratta di un gesto simobolico, fortemente voluto dal Sindaco Virginio Merola per tenere alta l'attenzione sullo studente egiziano del Master Gemma dell’Università di Bologna, arrestato dalla polizia al suo arrivo a Il Cairo, lo scorso 6 febbraio scorso e tuttora detenuto.

Le parole del Sindaco Merola: "Sabato prossimo si terrà in Egitto una nuova udienza dove verrà deciso se prolungare o meno la detenzione per Patrick Zaky in un momento molto particolare per la vita del nostro Paese non vogliamo attenuare la richiesta di libertà per uno studente della nostra Università che riteniamo ingiustamente detenuto. Per questo esponiamo lo striscione nella giornata in cui anche Amnesty International sta attuando altre iniziative. Rappresenta la richiesta di una città intera che avevamo espresso con forza durante il corteo dello scorso 17 febbraio".