Stay Human Run, venerdì 28 ottobre la camminata per la solidarietà

27 Ottobre 2016

Dopo l'acquazzone di venerdì 14 ottobre che ha costretto gli organizzatori a cancellare la camminata di solidarietà, la Stay Human Run recupera l'appuntamento venerdì 28 ottobre in Piazza Maggiore con partenza alle 22.30. Stesse modalità previste per la volta scorsa. Sempre poco più di tre chilometri non competitivi fino alla zona stadio in via Bastia, alla casetta rossa.

Le iscrizioni sono aperte fino all'ultimo sul sito www.stayhumanrun.it, mentre per gli ultimi ritardatari sarà allestito un punto anche in Piazza Maggiore dalle ore 21 dove sarà anche distribuito il kit composto dalla maglia della manifestazione, il braccialetto fluorescente e il buono per lo snack a fine camminata.

Il ricavato dalle iscrizioni sarà devoluto a due progetti di solidarietà ai migranti. Uno della Fondazione Migrantes, Restare Umani a Lampedusa a favore degli operatori che ogni giorno lavorano per l'accoglienza, e l'altro della Caritas Verso Casa, progetto di integrazione dei rifugiati nella nostra comunità. Non solo: 1 euro dell'iscrizione sarà devoluta alla Protezione Civile per aiutare la popolazione del Centro Italia colpita dal terremoto. Raccolta che proseguirà anche al termine della camminata con la possibilità di dare una offerta libera.

Tra le tante adesioni parteciperanno Ester Balassini con alcuni esponenti del Circolo sportivo della Guardia di Finanza Emilia Romagna e la squadra di nuoto Pinnato Record Team che con una quarantina di iscritti sarà probabilmente il gruppo più numeroso alla partenza. Tra le adesioni si registrano anche quelle del festival IT.A.CA' che ricorda come “i processi di integrazione non si possano ridurre al solo esercizio delle leggi vigenti e ai processi burocratici che regolano
l'accoglienza, ma si compiano anche grazie alla partecipazione della collettività”, di Arci e Auser Bologna che assicurano la propria presenza in piazza sposando l'idea “rivoluzionaria” di società che ci vede uniti dai principi di uguaglianza e fratellanza tra i 
popoli.

Ai nastri di partenza anche l’assessore allo Sport, Matteo Lepore.