Lunedì 6 agosto torna al Cavaticcio la cerimonia delle lanterne galleggianti in ricordo di Hiroshima

3 Agosto 2018

Lunedì 6 agosto il Parco del Cavaticcio sarà permeato dalla magia della Cerimonia delle lanterne galleggianti, in ricordo delle vittime della bomba atomica del 6 agosto 1945. Nipponica organizza l'ottava edizione dell'evento Il Sole di Hiroshima, la cerimonia delle lanterne galleggianti. Durante l'evento chiunque, a fronte di una piccola donazione, riceverà una lanterna galleggiante in carta che potrà personalizzare con pensieri, preghiere o disegni. La cerimonia sarà celebrata accendendo tutte le lanterne e affidandole alle acque del laghetto del parco, dando così vita a uno spettacolo molto suggestivo ed emozionante.

L'evento è a ingresso libero e i fondi raccolti saranno devoluti in egual misura a Watanoha Smile, associazione giapponese impegnata nel recupero psicologico e umano dei bambini della scuola elementare di Watanoha, colpita dallo tsunami del 2011, e ad Eta Beta, cooperativa sociale onlus di Bologna che assiste persone in situazione di fragilità e marginalità sociale con importanti progetti dedicati all'infanzia e ai diritti naturali dei bambini.

Durante Il Sole di Hiroshima, grazie alla collaborazione di ERT - Emilia Romagna Teatro Fondazione, andrà inoltre in scena lo spettacolo Il primo sole (... nel resto buio), con Donatella Allegro e Nicola Bortolotti, un viaggio sui ricordi dell’ultima estate, colti da una prospettiva infantile che traccia paesaggi sentimentali, prima che l’atomica del 6 agosto 1945 li bruciasse definitivamente. L’evento ospiterà anche Giorgio Amitrano, tra i massimi nipponisti italiani, che in occasione dell’uscita del suo ultimo libro, Iro Iro. Il Giappone tra pop e sublime, terrà la conferenza dal titolo "Colori giapponesi. Dialogo in punta di pennello con Giorgio Amitrano", in cui racconterà il Giappone visto e vissuto in prima persona, un caleidoscopio cangiante che accorda l’alto e il basso, il solenne e il giocoso, la fragorosa velocità e l’intima nostalgia per la quiete e la lentezza. Nel corso della serata inoltre Eta Beta curerà un laboratorio per bambini che accompagnerà i partecipanti verso l’ideazione e la creazione spontanea di oggetti utilizzando materiali naturali e si ispirerà ai 10 diritti naturali dei bambini ideati da Gianfranco Zavalloni e in modo particolare al decimo, il Diritto alle sfumature: a vedere il sorgere del sole e il suo tramonto, ad ammirare, nella notte, la luna e le stelle.

Il Sole di Hiroshima è ideato e organizzato da Nipponica, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Consolato Generale del Giappone a Milano, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e dell’Università di Bologna. L’evento rientra inoltre nell’ambito di L’Altra Sponda e di Bologna Estate 2018.