L'Ora della Terra - Earth Hour 2014

27 Marzo 2014

La grande "ola" di buio che si propaga in ogni angolo del Pianeta, facendo il giro della Terra, torna anche quest'anno l'ultimo sabato di marzo: dall’Amazzonia fino all’Artico si spengeranno per un'ora le luci dei più importanti monumenti, sedi istituzionali, imprese e abitazioni di tutto il mondo, per sensibilizzare le popolazioni al risparmio energetico e contrastare il surriscaldamento del pianeta.

Earth hour, la grande mobilitazione del WWF, inizierà nelle isole Samoa (alle 20.30 ora locale, circa le 8.30 del mattino in Italia) concludendosi a Tahiti.

A Bologna, sabato 29 marzo alle 20.30, si spegneranno le luci di Palazzo d'Accursio e della Specola dell'Università, mentre i volontari del WWF allestiranno un gazebo in piazza Maggiore per distribuire materiale informativo ai cittadini. Al lume di candela porteremo il nostro sostegno e il nostro contributo.

L’Ora della Terra, che l’anno scorso ha visto partecipare oltre 2 miliardi di persone in 7.000 città e 154 Paesi del mondo, è il più potente strumento mai creato per coinvolgere il mondo intero, a tutti i livelli della società, nel cambiamento di cui la vita sul pianeta e il nostro futuro hanno bisogno. 

Ognuno di noi è parte del problema e allo stesso tempo parte della soluzione, a partire dalla riduzione delle emissioni di gas serra nelle abitudini quotidiane fino allo stimolo nei confronti dei governi affinché si adottino politiche energetiche a favore delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.

Ridurre le emissioni di gas serra responsabili del cambiamento climatico significa anche intervenire sui nostri consumi di energia: tutte le persone, istituzioni, comunità, aziende, devono unirsi  per avviare un grande cambiamento. 

E’ questo il messaggio di Earth Hour, l'Ora della Terra