Via libera della Giunta al programma dei lavori pubblici, oltre 100 milioni di opere nel 2018

13 Ottobre 2017

La Giunta comunale di Bologna guidata dal Sindaco Virginio Merola ha approvato il programma triennale dei lavori pubblici 2018-2020 e l'elenco annuale del 2018 che, come prevede la normativa, deve avere il via libera prima dell'approvazione del Bilancio. Tutti gli interventi previsti nell'elenco possono essere concretamente finanziati dalle entrate previste a bilancio. Nel triennio 2018-2020 sono previsti 220 milioni di opere, di cui poco più di 100 milioni nel 2018, così suddivisi: 45,7 milioni di risorse proprie del Comune (12,5 milioni di mutui e 33,2 milioni provenienti da alienazioni e oneri) e 54,6 di finanziamenti di privati e altri enti. Il piano contiene un'ampia mole di interventi tra cui quelli per migliorare l'accoglienza abitativa, gli edifici scolastici, gli impianti sportivi e per rinnovare i marciapiedi in aree che si trovano in tutti i Quartieri della città.

Piano Periferie
Il 2018 è l'anno in cui si formalizzeranno tutti i rapporti contrattuali che derivano dal Piano Periferie. Si tratta di circa 18 milioni di euro, tra cui figurano due tra gli obiettivi principali dell'operazione: la riqualificazione dell'ex parcheggio Giuriolo (8,1 milioni per trasformarlo nella nuova sede dei laboratori di restauro, delle aree didattiche, degli spazi espositivi e dell'archivio conservativo della Cineteca di Bologna) e la riqualificazione di parte del Pilastro. In quest'ultima zona della città sono concentrati interventi sulla casa e il podere di via Fantoni (1,2 milioni), sulla nuova caserma dei carabinieri (2,4 milioni), sugli orti urbani di via Salgari (1,7 milioni), sulla riqualificazione della biblioteca Luigi Spina (70.000 euro) e dell'edificio “Casa Gialla” (610.000 euro). Infine fanno parte sempre del Piano Periferie 2,3 milioni di opere di mobilità su varie zone della città.

Pon Metro
L'altro grande pacchetto di interventi, questa volta legati a fondi europei, è quello del Pon Metro. Nel 2018, attraverso il finanziamento di incarichi professionali mirati alla stesura dei progetti e alla conseguente indizione delle gare, avranno concreto inizio le attività previste. La prima tranche sarà concentrata per la maggior parte sul contrasto al disagio abitativo (realizzazione e recupero di alloggi e rigenerazione di strutture rivolte all'accoglienza in via della Canapa e al Polo di Villa Pallavicini). L'anno prossimo nel piano lavori pubblici figurano 3,5 milioni di interventi Pon Metro, che saliranno a circa 14 milioni nel 2019, anno in cui i progetti si realizzeranno. Con 1,8 milioni di euro è finanziata nel 2018, in seno al Pon Metro, anche la riqualificazione energetica degli edifici che ospitano il polo scolastici Farini-Don Marella e la materna Neri Marsili.

Le nuove scuole e la manutenzione di quelle esistenti
Il programma triennale dei lavori pubblici recepisce la scelta proposta dalla Giunta e approvata dal Consiglio comunale di superare il progetto del fondo immobiliare per l'edilizia scolastica e realizzare con un investimento diretto i cinque nuovi poli scolastici in programma in città. Nel 2018 si lavorerà ai primi progetti esecutivi per poi cominciare ad appaltare i lavori a partire dal 2019. Per la ricostruzione della scuola primaria e secondaria di primo grado Carracci sono in programma 7 milioni, cui si aggiungono 3,39 milioni per la costruzione del nuovo polo scolastico per la scuola dell'infanzia e la scuola primaria Tempesta. Per la costruzione del polo scolastico Federzoni nell'area dell'ex Mercato Ortofrutticolo sono previsti invece 8,3 milioni nel 2020 cui si aggiungono 4,75 milioni per il nuovo polo scolastico ai Prati di Caprara.
Oltre alle nuove scuole, nel 2018 con 2,7 milioni di euro finanziati da privati è in programma la realizzazione della scuola dell'infanzia in via Abba. Infine, con 2 milioni di euro verrà ampliata la scuola secondaria Volta-Mazzini, con 500.000 euro saranno realizzati interventi di manutenzione straordinaria nella scuola secondaria di primo grado “Gandino” e con un milione di euro si procederà alla ristrutturazione della scuola dell'infanzia Gualandi.

Programmi urbanistici e Pontelungo
Il 2018 è l'anno in cui si concretizza con una serie di interventi l'attuazione dei programmi urbanistici per il comparto Bertalia-Lazzaretto (2,8 milioni più 1,8 milioni per l'interramento e la rete di media tensione al Lazzaretto) e si completano gli interventi urbanizzativi del Comparto Mercato Navile (756.000 euro).
Da segnalare inoltre i 7 milioni di interventi straordinari previsti del 2018 per il Pontelungo: la gara si è conclusa e si sta lavorando concretamente al progetto.

Marciapiedi in sicurezza
Il piano lavori pubblici contiene anche 8 milioni (4 nel 2018 e 4 nel 2019) per lavori di riqualificazione, rifunzionalizzazione e sicurezza dei marciapiedi in tutti e sei i Quartieri della città, un impegno preso dal Sindaco Virginio Merola.

Il patrimonio storico-monumentale
Nel piano dei lavori pubblici del 2018 figurano 150.000 euro per il completamento della riqualificazione del Cassero di Porta Santo Stefano e, sempre nell'ambito del patrimonio storico-monumentale della città, sono finanziati 220.000 euro per gli interventi sulla Torre dell'Orologio, oltre a 500.000 euro per il miglioramento sismico del Portico dei Servi.

Manutenzione straordinaria e adeguamento del patrimonio comunale
Nell'ambito degli edifici che rientrano nel patrimonio comunale, nel piano 2018 dei lavori pubblici è previsto l'inizio dei lavori a Villa Salus, con interventi per 3,240 milioni per realizzare i nuovi corpi di fabbrica e per il recupero funzionale dell'edificio ex camera iperbarica.
C'è poi una curiosità: la riqualificazione della palazzina di via Marco Emilio Lepido 17 (ex vigili), stralciata dal bilancio partecipativo perché troppo impegnativa dal punto di vista economico, ricompare nel piano lavori pubblici del 2018 e verrà realizzata con interventi per 250.000 euro.

Impianti sportivi
Con 2,35 milioni di euro di risorse proprie del Comune verranno finanziati nel 2018 interventi di riqualificazione degli impianti sportivi. Quelli all'interno del piano strategico per lo sport godranno anche di 5 milioni di finanziamenti provenienti dalla Regione e da trasferimenti statali (Patto per Bologna).

Riqualificazione del verde
Per quanto riguarda la riqualificazione del verde, il piano triennale dei lavori pubblici prevede circa 13 milioni di opere tra le quali il rinnovo delle alberature e la riqualificazione delle aree giochi nei parchi e giardini pubblici.

Il progetto “Wayfinding”
Il piano dei lavori pubblici del 2018 prevede infine un finanziamento specifico di 300.000 euro legato al progetto “Wayfinding”, il sistema integrato di indirizzamento per chi si muove in città.