Incredibol!: assegnati i fondi a imprese culturali e creative per progetti di internazionalizzazione

5 Luglio 2017

Il Comune di Bologna ha selezionato attraverso il progetto Incredibol! - l'INnovazione CREativa di BOLogna, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, dieci realtà del settore culturale e creativo regionale a cui è stato assegnato un contributo in denaro di 3.000 euro per il sostegno di azioni volte ad aprire e ampliare la propria attività su mercati esteri.

"Con questi contributi vogliamo rafforzare ancora di più le nostre imprese culturali e creative, tra le più promettenti del territorio e contribuire alla loro reputazione internazionale – spiega l'assessore all'economia Matteo Lepore – Incredibol è un progetto che ormai da sei anni offre sostegno vero all'innovazione creativa a Bologna”.

La commissione giudicatrice ha analizzato le 44 proposte che sono state giudicate idonee tra le 48 arrivate in totale ed ha ammesso alla fase finale 29 proposte che hanno ottenuto un punteggio uguale o maggiore di 60 punti. Sono stati, infine, 10 i porgetti finanziati con un contributo di 3.000 euro per un totale di 30mila euro.

In questo modo le imprese copriranno parte dei costi già sostenuti a partire dal gennaio, o che verranno sostenuti fino al 31 dicembre 2017 per partecipare a fiere di livello internazionale, per iniziative business to business all'estero, per progetti di collaborazione con imprese attive sul territorio internazionale, per manifestazioni di promozione internazionale.

I progetti pervenuti appartengono alle tre macro-categorie delle ICC: Patrimonio storico ed artistico, Industria dei contenuti, dell'informazione e delle comunicazioni e Cultura materiale, secondo la definizione del Libro Bianco della Creatività del 2009 del MIBACT.

Il panorama dei vincitori è molto variegato: tre appartengono al settore cinematografico: Sonne film, Genoma film e Mammut film; tre al design nei settori dei tessuti e oggetti, dei gioielli e dell'abbigliamento per l'infanzia, rispettivamente All the fruits, Monile di Stefania Bandinu e Motomo; due all'area musicale, Estragon Soc. coop. e Sim1 Srl; uno all'artigianato focalizzato sulla mobilità sostenibile e le biciclette, Marco Casalgrandi, ed uno all'editoria indipendente, Inuit Sas.