Giornata europea dei risvegli, dal 2 ottobre le iniziative a Bologna, Torino e in 8 Paesi europei

2 Ottobre 2017

La Giornata dei risvegli, organizzata dall'associazione Gli amici di Luca è sempre più europea e, giunta alla 19^ edizione, punta sull'esportazione dell'esperienza innovativa della Casa dei risvegli di Bologna, ormai un punto di riferimento per la ricerca culturale e scientifica sul coma e per la presa in carico delle persone in stato vegetativo. E sono proprio loro, le persone fuoriuscite dal coma, le protagoniste di questa edizione, che hanno  portato in questi giorni a Valencia lo spettacolo In progress, nato dall'esperienza del Teatro dei risvegli con il teatro dell'Argine. 

Il programma si apre il 3 ottobre a Torino con il convegno Dal coma alla comunità, in cui sarà presentato il progetto europeo Links united for coma awakenings through sport – Lucas, un’esperienza di riabilitazione e di integrazione attraverso lo sport realizzata insieme al Centro sportivo italiano. Il 5 ottobre a Bologna si parla invece di corretta informazione con il seminario di formazione per giornalisti (aperto a operatori e familiari) Comunicare il coma. Nel pomeriggio alle ore 18 alla libreria Ambasciatori, la presentazione del libro “Nutrire il cervello” di Silvana Hrelia edizioni Pendragon.

Il 7 ottobre la festa alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris apre la giornata europea, con attività ludico-motorie per bambini e ragazzi, letture, performance teatrali dai laboratori con persone uscite dal coma e il lancio dei palloncini con i messaggi per un risveglio, che avverrà in simultanea con le altre città europee in cui si terranno convegni ed eventi all’insegna dello slogan Vale la pena. Il 10 ottobre saranno presentatia Bologna i risultati del rapporto Vesta sull’accuratezza delle diagnosi negli stati vegetativi.
Infine, sempre il 10 ottobre a Bologna, la “Maratona delle generazioni”, promossa dal Festival delle generazioni, partirà alle ore 10 da piazza Maggiore raccogliendo fondi per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris.

I Paesi aderenti alla Giornata europea sono Belgio, Bulgaria, Cipro, danimarca, Grecia, Lituania, Portogallo e Spagna.