Cuore d'Inghilterra, dal 1 al 5 agosto il festival reportage di Teatri di Vita per Bologna Estate 2018

30 Luglio 2018

Mercoledì 1 agosto prende il via "Cuore d'Inghilterra", la dodicesima edizione del festival di reportage di Teatri di Vita che si svolge nell'ambito di Bologna Estate. Un programma che si articola dal 1 al 5 agosto e che raccoglie spettacoli di teatro e danza contemporanea in prima nazionale, film in anteprima, musica, fotografia, incontri, ma anche gastronomia e un laboratorio per adolescenti.

Tutti i giorni, a partire dalle 17, una vasta selezione di produzioni artistiche contemporanee invaderà gli spazi interni ed esterni di Teatri di Vita, per riflettere su un Paese che si appresta ad allontanarsi dall' Europa e per vedere la Brexit dal punto di vista di chi la sperimenta sulla propria pelle.

Quattro spettacoli di danza contemporanea in prima nazionale, ci faranno scoprire la straordinaria fisicità dei danzatori della compagnia 2Faced Dance, protagonista di due diversi pezzi spettacolari “Run: From Above" e "Fallen Angels”; la composizione coreografica della compagnia di Hagit Yakira, l’ironia travolgente di Matthias Sperling e, infine, il mondo visionario e pop di Thick & Tight che immagina nel suo spettacolo un incontro speciale tra la principessa Diana e Marilyn Monroe.

A Claire Dowie, punto di riferimento della stand-up comedy inglese, è invece dedicato un omaggio che si compone di due diversi spettacoli: “When I Fall If I Fall”, in cui sarà lei stessa a recitare nei panni di una ballerina in crisi d’età e il nuovo spettacolo di Andrea Adriatico che quest'anno porta in scena il suo testo “La maschia”, con Olga Durano, nuova produzione in anteprima di Teatri di Vita.

Ogni sera poi si potrà guardare l'anteprima italiana di un film realizzato negli ultimi due anni nel Regno Unito “Generation Revolution”, “Freesia”, “Gholam”, “God’s Own Country”, sono i titoli delle proiezioni in programma per la sezione cinema, che prenderà il via con omaggio al grande regista Stephen Berkoff, presentando il suo ultimo film dedicato al celebre racconto di Edgar Allan Poe “Tell Tale’s Heart”. Oltre a questi si potranno vedere nove cortometraggi, la cui sceneggiatura è stata commissionata a nove drammaturghi inglesi dal quotidiano The Guardian sul tema della Brexit.

La Brexit sarà protagonista anche mostra fotografica di Laura Pannack “Separation” e del primo degli incontri serali dal titolo “Hello Goodbye... Aspettando Brexit”, che vedrà la partecipazione di Federico Gatti, corrispondente da Londra per Mediaset, e Francesco Di Carlo, attore e autore della trasmissione televisiva per la Rai “Tutta colpa della Brexit”. Mentre l'intero programma degli incontri serali che prende il titolo di “Schegge d’Inghilterra”, affronterà, grazie al contributo degli ospiti, una serie di temi molto diversi tra loro come Harry Potter e il fantasy, il calcio inglese e la monarchia.

Tornerà anche quest'anno la sezione “Lettere dal fronte interno”, in cui alcuni cittadini bolognesi leggeranno le lettere appositamente scritte dai loro omologhi inglesi e che esordirà il primo agosto con la lettera del Sindaco di Coventry letta dal Sindaco di Bologna Virginio Merola. Cuore d'Inghilterra darà spazio anche ai ragazzi, con il laboratorio teatrale a iscrizione gratuita, condotto da Leonardo Lago, nell’ambito del “Community Lab” del Quartiere Borgo Panigale-Reno.

La musica sarà protagonista all'ora dell'aperitivo, con un omaggio al pop, al rock, al punk, ai tanti rivoli nati e cresciuti in uno dei paesi musicalmente più importanti, accompagnando il pubblico in un percorso ‘sentimentale’ dentro l’Inghilterra delle canzoni in una sorta di originale dj-set. E infine, non può mancare la gastronomia. Che, per l’Inghilterra non è certamente uno dei fiori all’occhiello, ma che Teatri di Vita reinterpreterà on modo molto gustoso... senza dimenticare, ovviamente, fish & chips!