Conoscere e riconoscere gli alberi della città, passeggiate guidate alla scoperta delle specie arboree

11 Aprile 2018
alberi in fiore

Il rapporto di chi abita in città con gli alberi del paesaggio urbano è spesso empatico, intenso, profondo. Ma conosciamo davvero questi nostri indispensabili alleati, che rendono più gradevole la città in cui viviamo e che danno un contributo fondamentale a migliorare l’ambiente urbano? Quante volte ci capita di interrogarci sull’albero che vediamo dalla nostra finestra o al quale passiamo vicino ogni giorno, lungo la strada o in un giardino pubblico: è un frassino o un bagolaro? Un pioppo o un tiglio? Un melo o un pero?

E' proprio per avvicinarsi al mondo degli alberi con l'aiuto di esperti botanici che, come ogni anno con l'arrivo della primavera, ripartono le passeggiate dedicate alla visita di parchi e giardini pubblici di Bologna e al riconoscimento delle specie arboree che li caratterizzano, organizzate dal Multicentro per l'educazione alla sostenibilità del Comune di Bologna e dalla Fondazione Villa Ghigi.
Un programma che offre, fino a novembre, tante occasioni per osservare le diverse specie insieme ad altri appassionati del verde, togliendosi qualche curiosità e, magari, mettendo le basi per una conoscenza più approfondita degli alberi visti tante volte in giro per la città, utilizzando un buon manuale o gli strumenti oggi disponibili in rete.

Quest'anno le nuove proposte spaziano da aree verdi ben note, ma sempre molto apprezzate per la particolare varietà botanica, come i Giardini Margherita (12 aprile) e l’Arboreto del Pilastro (20 settembre), a piccoli giardini di quartiere dalla storia interessante e non privi di sorprese, come il Giardino Delcisa Gallerani realizzato nei campi di un’antica villa padronale alla Barca (10 maggio) e il Giardino Giacomo Bulgarelli sulle rive del canale di Reno (14 giugno). Nei mesi più caldi visiteremo il Parco dei Giardini del quartiere Navile e il suo ampio specchio d’acqua (26 luglio) e il Parco Umberto Bagnaresi, un angolo di verde nella pedecollina del quartiere Santo Stefano, poco frequentato, con un insolito scorcio sulla città (23 agosto). In autunno il programma si conclude con le visite al Parco delle Aquile Randagie nel quartiere Savena (11 ottobre), un’area verde recente, frutto di un intervento di forestazione urbana, e al Giardino del Casalone in San Donato alla scoperta dei grandi alberi di un vecchio parco ornamentale (8 novembre).

Le passeggiate si svolgono il giovedì pomeriggio dalle 17 alle 19 (solo l'ultimo appuntamento di novembre sarà dalle 15 alle 17) con cadenza mensile; sono gratuite e non occorre prenotare.
In caso di pioggia le visite non vengono effettuate.

Informazioni: Fondazione Villa Ghigi - tel. 051 3399084-3399120 - info@fondazionevillaghigi.it.

Documenti scaricabili: