Bilancio Partecipativo 2019: raddoppio delle risorse e tempi più brevi per realizzare i progetti

10 Ottobre 2019

Raddoppio delle risorse, per un totale di 2 milioni di euro, circa 300.000 a quartiere, e tempi più brevi di realizzazione per i progetti di associazioni e cittadini: parte martedì 15 ottobre la fase pubblica del Bilancio partecipativo 2019 che torna per la sua terza edizione con importanti novità.

Nelle due precedenti edizioni, il Bilancio partecipativo ha registrato alle assemblee la presenza attiva di oltre 7.000 cittadini e più di 30.000 votanti sulla piattaforma online, tra cui molti giovani under 18 e under 24. Questi risultati rendono il Bilancio partecipativo “un importante strumento di democrazia diretta, un antidoto alla solitudine che permette di costruire nuove relazioni e garantire una maggiore inclusione e partecipazione dei cittadini”, ha sottolineato l’assessore all'immaginazione civica e patrimonio, Matteo Lepore, durante la presentazione della nuova edizione, nel cantiere del nuovo Atelier dei Saperi nel quartiere San Donato-San Vitale, uno dei progetti vincitori del Bilancio partecipativo del 2017. 

I progetti

Per l’edizione 2019, le cittadine e i cittadini potranno presentare progetti di riqualificazione in sei zone specifiche dei quartieri, per immobili, giardini e parchi pubblici, su opere pubbliche, attrezzature e arredi, per un massimo di 150.000 euro. Le zone individuate sono: 

  • via Ferrarese, Caserme Rosse, Dozza, Mulino del Gomito, Savena abbandonato al quartiere Navile;
  • Battindarno, Villaggio della Barca, Canale del Reno al quartiere Borgo Panigale-Reno;
  • Mengoli, Scandellara, via Larga al quartiere San Donato-San Vitale;
  • Fossolo, Due Madonne al quartiere Savena;
  • Marconi (Marconi 1 e Marconi 2) al quartiere Porto-Saragozza;
  • Paderno (Zona colli, Parco Cavaioni) al quartiere Santo Stefano

Inoltre si potranno presentare idee e proposte di progetti per i quartieri su sport, cultura, ambiente, economia, sociale. I tre ambiti più votati saranno finanziati con 75.000, 55.000 e 28.000 euro.

Le proposte possono essere presentate online dal 15 ottobre al 15 novembre, compilando un modulo sul sito partecipa.comune.bologna.it, oppure partecipando agli incontri pubblici in programma in tutti i quartieri.

Le assemblee pubbliche

Sono sei le assemblee pubbliche aperte a tutti in cui sarà possibile presentare e discutere i progetti:

  • Navile: martedì 15 ottobre ore 18, Centro sociale Katia Bertasi, via Fioravanti 22
  • Borgo Panigale-Reno: giovedì 17 ottobre ore 20.30, Parrocchia di Sant'Andrea Apostolo, piazza Giovanni XXIII, 1
  • San Donato-San Vitale: martedì 22 ottobre ore 18, Centro sociale Scipione dal Ferro, via Sante Vincenzi 50
  • Savena: giovedì 24 ottobre ore 18, Sede del Quartiere, Sala polivalente R. Martelli, via Faenza
  • Porto-Saragozza: martedì 29 ottobre ore 18, Scuola IC 17 Gandino Guidi, via Graziano 8
  • Santo Stefano: martedì 5 novembre ore 18, Sede del Quartiere, Sala Biagi, via Santo Stefano 119

Per consentire la partecipazione di tutti, durante l'assemblea sarà disponibile uno spazio animato e gratuito per bimbi a partire dai 3 anni. Lo spazio, nato da un'idea di MammaBo e Dadamà, sarà gestito dalle mamme dell'Associazione Dadamà e Associazione Leila. Per ragioni organizzative, è necessario iscriversi compilando il modulo online

Al termine della fase di discussione delle proposte, quelle realizzabili saranno oggetto di successivi incontri di co-progettazione fra i cittadini proponenti e i tecnici del Comune. La fase di voto è prevista a marzo 2020.

Le edizioni precedenti del Bilancio partecipativo

Il progetto vincitore del quartiere Borgo Panigale-Reno nel 2017, “Il sogno delle ciclabili del parco città campagna”, è in via di ultimazione, così come l“Atelier dei saperi” di San Donato-San Vitale. Per gli altri progetti del 2017, “Piazza Pizzoli” del Navile, “Parco giochi sensoriale” di Porto-Saragozza, “Rigenerazione per una migliore aggregazione” di Santo Stefano e “Giardino diffuso in via Lombardia” di Savena, sono in corso le procedure di affidamento dei lavori all'impresa, con realizzazione prevista a primavera 2020.

Per i progetti vincitori dell’edizione 2018 - “Nuovo parco delle querce” a Borgo Panigale-Reno; “Il giardino del villaggio” al Navile, “Dare luce all’ombra” a San Donato-San Vitale, “La collina di città” a Porto-Saragozza, “Quadrilatero verde” a Santo Stefano, “I love San Ruffillo” a Savena - si sta individuando il progettista, con realizzazione prevista entro il 2021.

 

Per maggiori informazioni:
partecipa.comune.bologna.it
immaginazionecivica@fondazioneinnovazioneurbana.it