Al via l'indagine di mercato per la gestione delle rastrelliere bici

7 Novembre 2013

Mettere gratuitamente a disposizione dei condomini della città rastrelliere per biciclette da collocare nei cortili interni e nelle parti comuni ad uso dei propri residenti. Lo farà l'Amministrazione comunale tramite una vera e propria "indagine di mercato" per sondare la presenza di soggetti interessati a gestire per conto del Comune di Bologna un progetto dal valore di 60.000 euro, nel corso del 2014.

L'iniziativa nasce sulla scorta delle positive esperienze degli scorsi anni, dalla consapevole necessità che una quota significativa della sosta ciclabile di lunga durata si trasferisca dal suolo pubblico al suolo privato, al fine di restituire alle rastrelliere pubbliche la loro primaria funzione di strumenti a servizio della sosta breve. 

Il servizio prevederà lo svolgimento delle seguenti attività:

  • sensibilizzazione della cittadinanza sulla necessità che i cortili e/o le parti comuni condominiali si attrezzino per la sosta delle biciclette dei residenti; 
  • divulgazione delle modalità di accesso all'iniziativa di fornitura rastrelliere ai condomini;
  • acquisto, immagazzinamento e consegna a domicilio (senza oneri per il condominio) di rastrelliere caratterizzate da un buon grado di sicurezza e immediatamente utilizzabili in aree di pertinenza condominiale senza la necessità di particolari opere di installazione.

Un passo importante nella direzione del sostegno alla mobilità ciclabile, obiettivo al quale già concorrono altre azioni in atto, quali ad esempio l'incremento delle rastrelliere sul suolo pubblico, il potenziamento della rete e dei servizi ciclabili, e la creazione sulla rete stradale di condizioni di traffico sempre più favorevoli all'uso sicuro e quotidiano della bicicletta mediante piste ciclabili protette sui principali assi viari e zone 30 km/h nei quartieri di periferia.

(Foto con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)