Agevolazioni per le piccole imprese della Zona Roveri: domande dal primo febbraio

1 Febbraio 2019

Un milione e settecento mila euro per sostenere le piccole imprese della Zona Roveri. E’ pronto e on line il bando del Comune di Bologna per concedere agevolazioni finanziarie a fronte di investimenti in innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale. Il contributo comunale finanzierà il 50% dell’investimento effettuato e rendicontato e sarà suddiviso in due metà: la prima a fondo perduto, la seconda come finanziamento a tasso agevolato con un interesse fisso dello 0,50% annuo.

“Una promessa mantenuta rispetto alle piccole imprese delle Roveri - spiega l'assessore alle Attività Produttive Marco Lombardo - . Un segnale di ascolto verso imprenditori, artigiani e lavoratori attraverso gli incontri di co-progettazione del bando ed un investimento verso una zona industriale con talune criticità, ma con un grande potenziale di crescita. Un passo concreto per costruire una coscienza di distretto industriale, in grado di accompagnare le piccole imprese nella transizione tecnologica ed energetica e migliorare l’attrattività della zona verso nuovi investimenti produttivi".

Ogni piccola impresa costituita da almeno due anni (o raggruppamento in partnership anche tramite un’Associazione temporanea di imprese già costituita e che ha un’unità produttiva in Zona Roveri) potrà sostenere investimenti fino a un massimo di 400mila euro che verranno cofinanziati, appunto, per la metà.

Il contributo potrà essere erogato se le spese saranno sostenute dopo la domanda di partecipazione, fino a un massimo di due anni, ad eccezione di quelle per progettazione e consulenza a patto che siano state effettuate fino a sei mesi prima.
I contributi riguarderanno, oltre a spese per progettazione e consulenza, acquisto di brevetti o ricerca e sviluppo, opere murarie e lavori assimilati, impianti, macchinari e attrezzature, sistemi informativi integrati e software, investimenti per la sicurezza sui luoghi di lavoro.

La domanda, unitamente a tutta la documentazione richiesta dal bando, potrà essere presentata a partire dall'1 febbraio e fino alle 12 del 2 aprile 2019, esclusivamente online con la procedura pubblicata sul sito di Economia e Impresa.  Le domande verranno valutate da una commissione sulla base di criteri riguardanti sia le caratteristiche dell’impresa proponente sia la qualità della proposta in termini progettuali, di fattibilità tecnica ed economica.