Procedure di VIA e verifica (screening)

La valutazione ambientale individua, descrive e valuta, in modo appropriato per ciascun caso particolare, gli impatti diretti e indiretti di un progetto sui seguenti fattori: l'uomo, la fauna e la flora; il suolo, l'acqua, l'aria e il clima; i beni materiali ed il patrimonio culturale; l'interazione tra questi fattori.


Differenza tra VIA e Verifica di assoggettabilità (Screening)

Sia la normativa nazionale sia quella regionale prevedono due differenti procedure in merito alla valutazione di impatto ambientale (VIA) e la verifica di assoggettabilità (detta più semplicemente Screening).
Entrambe devono essere attivate su richiesta di chi propone l'intervento.

Lo Screening è una procedura preliminare volta a definire se il progetto deve essere assoggettato alla ulteriore procedura di VIA. Tale procedimento viene svolto sullo studio preliminare ambientale e può avere uno dei seguenti esiti:

1. verifica positiva ed esclusione del progetto dalla ulteriore procedura di VIA;
2. verifica positiva ed esclusione del progetto dalla ulteriore procedura di VIA con prescrizioni per la mitigazione degli impatti e per il monitoraggio nel tempo;
3. accertamento della necessità di assoggettamento del progetto alla ulteriore procedura di VIA

La verifica positiva obbliga il proponente l'opera a conformare il progetto alle prescrizioni in essa contenute; le prescrizioni sono anche vincolanti per le amministrazioni ed enti che devono rilasciare autorizzazioni successive.

Il procedimento di valutazione dell'impatto ambientale (VIA) è invece molto più complesso e viene svolto su un progetto con un grado di dettaglio adeguato a consentire la compiuta valutazione degli impatti ambientali dell'opera. Oltre al progetto deve essere presentato uno Studio di Impatto Ambientale (SIA) contenete l'analisi degli impatti che l'opera in progetto avrà sull'ambiente sia in fase di realizzazione che in fase di esercizio. Solitamente vengono analizzate le seguenti componenti ambientali: aria, rumore, acque superficiali, acque sotterranee, suolo e sottosuolo, flora, fauna, vegetazione, ecosistemi, campi elettromagnetici, salute pubblica, rifiuti.

La normativa di riferimento è disponibile sul sito della Regione Emilia-Romagna.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Competenze

Ultimo aggiornamento: giovedì 29 agosto 2019