Risparmio energetico negli edifici



Dal mese di ottobre 2017 è possibile accendere i riscaldamenti in oltre la metà degli ottomila comuni italiani, vale a dire quelli della cosiddetta zona climatica “E” che comprende grandi città come Milano, Torino, Bologna, Venezia, ma anche zone di montagna dove il clima è già rigido.

Per aiutare i consumatori a scaldare al meglio le proprie abitazioni, evitando sprechi e brutte sorprese in bolletta (o sanzioni per non aver effettuato le revisioni di legge), l’ENEA propone 10 regole pratiche per un riscaldamento efficiente che unisca il comfort al risparmio in bolletta.

Chi fosse interessato alle detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica su edifici esistenti può consultare il sito ENEA - Effcienza energetica e la Finanziaria 2017.

Chi fosse interessato agli incentivi per l'installazione di impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili (Conto Termico) può consultare il sito del Gestore Servizi Energetici - Conto Termico.

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la versione aggiornata della guida: “Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico”.

Normativa di riferimento »

Legge regionale 23.12.2004, n.26
D. Lgs 19.8.2005, n.192 modificato dal D. Lgs 20.12.2006, n.311 e dalla L. n.90 del 2013
Delibera dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, n.156 del 2008, modificata e integrata dalla D.G.R. n.967/2015 e  DGR 1715/2016.

Ultimo aggiornamento: mercoledì 16 ottobre 2019